Quanto dovresti pensare al tuo nome di dominio? È davvero così importante?

Se hai un sito Web di qualità o di business, le persone visiteranno il tuo sito indipendentemente dal dominio, giusto?

Ne sei convinto?

Vedi, il tuo nome di dominio è uno degli elementi chiave per il successo del tuo sito web. Quindi è fondamentale scegliere un nome di dominio che funzioni.

Ma aspetta, perché il tuo nome di dominio è così importante?

  1. È la tua “prima impressione”. Il tuo URL è la prima cosa che vedranno i tuoi visitatori. Un buon nome di dominio può dare un’impressione positiva e duratura, mentre un cattivo nome di dominio può portare a cercare alternative.
  2. E’ importante per il SEO. Mentre i domini di corrispondenza esatta (EMD) non sono più una necessità , le parole chiave nel tuo nome di dominio possono ancora aiutare il tuo posizionamento SEO.
  3. Definisce il tuo marchio. Il tuo nome di dominio è un’opportunità di branding! Il nome di dominio giusto può aumentare il riconoscimento del marchio.

Questi elementi sono solo alcuni dei motivi per cui il tuo nome di dominio è così importante.

Quindi, Come scegli il nome di dominio giusto?

Come scegliere il nome di dominio perfetto

  1. Brandable O Generico

Creativi e brandizzabili sono sempre meglio di quelli generici.

Ricorda: il tuo nome di dominio è il modo in cui i visitatori troveranno, ricorderanno e condivideranno la tua azienda sul Web. È il fondamento del tuo marchio.

Ecco la principale differenza tra un nome di dominio brandizzabile o generico:

Un nome di dominio brandizzabile è unico e si distingue dalla concorrenza, mentre un nome di dominio generico è solitamente riempito con parole chiave e non è facilmente memorizzabile.

Ad esempio, conosci la differenza tra Healthinsurance.net, Newhealthinsurance.com o Healthinsurancesort.com? Probabilmente no, giusto?

Ecco come trovare un nome di dominio brandizzabile:

  1. Crea nuove parole. Puoi inventare le tue parole, fai in modo che siano nuove e orecchiabili Questo è ciò che hanno fatto aziende come Google, Bing e Yahoo.
  2. Usa parole esistenti. Puoi usare un dizionario per trovare parole interessanti che si adattano al tuo marchio.
  3. Utilizza i generatori di nomi di dominio. Questi strumenti possono aiutarti a creare un nome di dominio unico e brandizzabile partendo dalle tue idee e dalle parole chiave più adatte
  4. Tienilo Conciso

In generale, quando si tratta della lunghezza del tuo dominio, più breve è meglio è.

Pare che sista  una correlazione diretta tra la lunghezza e la popolarità del nome di dominio.

(La popolarità, in questo caso, si riferisce alla quantità di traffico web ricevuto dal sito.)

 

Punta da 6 a 14 caratteri compresa l’estensione e ricorda: più è corto, meglio è. Molto probabilmente molti dei domini brevi che potrebbero fare al caso tuo sono già stati acquistati da tempo. Se non riesci a trovare qualcosa di breve, rendilo brandizzabile.

  1. Facile da digitare

Pensa ad alcuni dei siti web più popolari al mondo. Cosa ti viene in mente?

Google, Facebook, Twitter, Instagram, Yahoo, CNN …

Una cosa importante che hanno in comune è che sono tutti facili da scrivere.

I tuoi visitatori dovrebbero essere in grado di digitare il tuo nome di dominio senza problemi. Se devi spiegare l’ortografia più di una volta per farla capire, è troppo complicato!

L’ultima cosa che vuoi è che i potenziali visitatori inseriscano il tuo dominio in modo errato e finiscano su un altro sito web!

Ecco un modo semplice per testare questa caratteristica…

Dì a 10 persone il tuo potenziale nome di dominio e chiedi loro di scriverlo. Se alcune di loro sbagliano a scriverlo, è necessario semplificarlo.

  1. Facile da pronunciare

Con la stessa facilità con cui il tuo nome di dominio viene scritto deve anche essere pronunciato.

Ciò rende più facile per i visitatori condividere il tuo nome di dominio in base al passaparola e facilita la condivisione del tuo sito con amici e potenziali clienti.

Puoi testare anche questo:

Scrivi il tuo nome di dominio su un pezzo di carta e chiedi a 10 persone di pronunciarlo. Se alcune di loro faticano a pronunciarlo, dovresti semplificarlo.

Ecco cosa tenere a mente: vuoi che il tuo nome di dominio venga comunicato facilmente da te e dagli altri? L’unico modo per farlo è che sia facile da scrivere e facile da pronunciare.

  1. Evita i trattini e i numeri

Dato che il tuo dominio dovrebbe essere facile da pronunciare e scrivere la presenza di trattini potrebbe complicare la cosa.

Immagina di spiegare ad es il nome Facebook ma con un trattino in mezzo …

“Hai visto questo nuovo sito Face-Book?

Magari Facebook non si sarebbe diffuso così rapidamente se avesse avuto un trattino in mezzo. Per riprendere un attimo il discorso sulla lunghezza fatto prima vi ricordo che originariamente si chiamava TheFacebook.com, poi, su suggerimento di______ creatore di Napster, è stato semplificato in Facebook.com perché considerato più scorrevole e facile da ricordare.

  1. Considera l’uso di parole chiave

Le parole chiave possono aiutare a migliorare il tuo SEO ma devi fare molta attenzione alle parole che scegli altrimenti rischi solo di peggiorare la situazione.

Qualora decidessi di utilizzare una o più parole chiave dovrai avere una semplice accortezza: inseriscile all’inizio del dominio, in questo modo avranno maggiore efficacia.

Per trovare le parole chiave più adatte puoi utilizzare strumenti come Google Keyword Planner e Keywordtool.io .

  1. Pensa a lungo termine

Sei pronto a scegliere il tuo dominio? A volte non si da grande importanza alla scelta di un dominio ma ricorda, il tuo dominio ti accompagnerà per anni e contribuirà a definire il tuo marchio e la tua attività.

Se per qualsiasi motivo in futuro decidessi di cambiare dominio sappi che ti costerà si in termini di indicizzazione sui motori di ricerca ma soprattutto denaro perché sarai costretto a cambiare tutto il materiale di comunicazione come ad es. biglietti da visita e brochure.

Quando scegli il tuo dominio, pensa a lungo termine.

Ad esempio, mi capita spesso di vedere domini che integrano la tipologia di società, come aziendasnc.com oppure aziendasrl.com. Oltre ad essere assolutamente inutile a livello comunicativo cosa accadrebbe a questi domini qualora in futuro queste attività scegliessero di cambiare la tipologia di società. Per forza di cose dovrebbero essere eliminati perché comunicherebbero un messaggio sbagliato.

  1. Verifica disponibilità sui siti di social media e marchi

Prima di andare avanti con un nome di dominio specifico, controlla se il nome è disponibile sui siti di social media.

Per costruire il tuo marchio, è ideale avere lo stesso nome sul tuo dominio e sui social network. Questo accresce la familiarità e rende più facile per i tuoi visitatori, i fan e i clienti trovarti sul Web.

Evita i problemi legali, stai lontano dai nomi che hanno già dei marchi.

Come puoi controllare velocemente i social network e i marchi per il tuo potenziale nome di dominio?

È abbastanza facile utilizzando uno strumento come Knowem . Cerca il tuo nome di dominio potenziale: ti mostrerà se è disponibile in oltre 25 famosi social network e se ci sono marchi registrati con quel nome.

Se è già stato preso, prendi in considerazione la possibilità di modificarlo in modo da poter creare profili originali ed unici.

  1. Utilizzare l’estensione Corretta

Quando scegli l’estensione del tuo dominio, puoi essere sicuro di una cosa: “.com” è ancora il migliore.

Secondo la ricerca di Registrar Stats, il 75% dei domini ha l’estensione “.com”, il secondo è “.net” e il terzo è “.org”.

Perché? Semplice, “.com” è il più familiare e facile da ricordare.

Mentre ci sono molti siti Web di successo con “.net” e “.org”, il tuo sito Web probabilmente funzionerà meglio se ha un’estensione “.com”.

Questo tipo di statistica è valida a livello mondiale ma naturalmente, dato che siamo in Italia, anche il .it da noi ha una grande familiarità, devi solo capire e sapere se il mercato a cui ti rivolgi è solo quello italiano oppure, qualora fosse anche quello estero, se rimarcare con l’estensione del dominio che la tua è un’azienda italiana, dando quindi un valore aggiunto al tuo prodotto made in Italy.

Il mio consiglio : Vai con .com. Qualora fosse già stato preso scegli comunque un’estensione più conosciuta. Solo in casi estremi scegli una delle nuove estensioni disponibili, ce ne sono a centinaia e per tutti i gusti..

  1. Utilizzare un Generatore di Nomi di Dominio per trovare l’ispirazione

A questo punto, dovresti avere almeno un’idea generale di alcune parole possibili da inserire nel tuo dominio. Alcune di queste parole potrebbero essere già state acquisite, registrate come marchi commerciali o semplicemente non hanno il “suono” che stai cercando.

Ecco dove entrano in gioco i generatori di nomi di dominio . Questi generatori possono trasformare le tue idee in nuovi domini disponibili.

Te ne cito 3:

  1. Wordoid. Questo strumento ti permette di collegare una parola, che creerà idee che contengono quella parola, iniziano con quella parola o finiscono con quella parola.
  2. Lean DomainSearch. Questo strumento corrisponde alla tua parola chiave con altre parole chiave e genera un elenco di domini disponibili.
  3. DomainHoleQuesto strumento ti consente di cercare parole chiave, trovare domini scaduti, generare nuovi nomi e altro ancora.

Un suggerimento finale:

Se stai iniziando un blog , un podcast o il tuo sito web personale , potrebbe essere meglio usare il tuo nome!

Questo ti aiuterà ad essere più riconoscibile e a lavorare sul tuo personal brand

Qualora il tuo nome fosse troppo lungo o difficile da pronunciare prendi invece in considerazione l’idea di utilizzare un nickname o un soprannome che ti si addica.

Conclusione

La scelta del dominio avrà un impatto significativo sul successo e sul potenziale del tuo sito web. certo, se hai già un’attività avviata da anni per ovvi motivi sarai un’po’ più vincolato e non potrai mettere in pratica tutti i consigli che ti ho dato ma se parti da zero assicurati di mettere un po ‘di attenzione nella scelta del dominio.